VEGANI E VEGETARIANI: ATTENZIONE ALL' APPORTO PROTEICO

Come bilanciare la propria dieta anche senza carne
 

Se sei vegetariano o stai pensando di abbracciare questo tipo di alimentazione sappi che si in buona compagnia. Il numero dei vegetariani o vegani è in continua crescita perciò ti dedichiamo un articolo su misura!

Che sia per motivi etici, salutistici o religiosi essere vegetariani ha i sui vantaggi ma non bastano solo le verdure! Il segreto è associarle a legumi e cereali, per ottenere proteine molto simili a quelle contenute nella carne. Lo sai che la giusta combinazione di legumi e cereali sopperisce alla quota proteica degli alimenti di origine animale?

Secondo un’indagine INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) assumiamo il 161% dell’introito medio giornaliero raccomandato: significa che il 61% delle proteine è in eccesso ed è determinato soprattutto dal consumo di proteine animali (all’incirca i 2/3 del nostro consumo). Troppo poca è la quota assunta da legumi (il 20,9%) e ancor meno da vegetali. E’ evidente che anche in Italia ci stiamo allontanando dalla dieta mediterranea, nostro patrimonio mondiale, con un progressivo aumento di patologie croniche legate a tali squilibri alimentari.

I legumi sono un’ottima fonte di proteine: quelli secchi ne contengono una quantità pari a quelli della carne e doppia rispetto ai cereali. Questi ultimi però contengono amminoacidi solforati che sono scarsi nei legumi. Ecco che l’associazione di cereali con i semi delle leguminose mette a disposizione dell’organismo una miscela proteica con tutti gli amminoacidi essenziali in ottime quantità.

Un menù? Ecco qualche esempio: pasta e fagioli, riso e piselli, fagioli e riso, ceci con pane, lenticchie e patate…

Ora spetta a voi creare nuove ricette fantasiose per riequilibrare il vostro apporto proteico.

In ogni caso vi consigliamo di chiedere sempre consiglio al vostro medico nutrizionista

 

Plusfarma.it